mercoledì 19 dicembre 2012

Disillusioni & dilemmi


Non li sopporto. Io i figli quando fanno così non li sopporto proprio. Quando falliscono un obiettivo importante e cercano di tenertelo nascosto: che poi è un nascondersi dietro a un dito, procrastinando semplicemente il momento nel quale dovranno subire le conseguenze delle loro azioni. Con l’aggravante di aver fatto la furbata, e di averti fatto inviperire ancor di più.
Ma chi me l’ha fatto fare di fare la mamma, accidenti a me. Non potevo restare coerente con le mie idee, e fare la single nullipara a vita??? 
Una signora. A quest'ora sarei una signora, invece che una madre in bilico perenne. Un giorno soddisfatta, il giorno appresso di nuovo in ballo, come se tutto il bello non ci fosse mai stato. 
Che poi mi tocca anche gestire il Jurassico: un teorico della mannaia, in questi casi. Quello, se lo lascio fare, taglia tutto: ADSL, viveri, permessi vacanza, tutto. Manco gli occhi per piangere, gli lascia.
Ora il dilemma è questo: scegliere la strada della tolleranza zero, oppure offrire al colpevole la possibilità di redimersi in zona Cesarini?
La sottoscritta è sempre per la opzione due, ma devo escogitare una via di redenzione fruttifera, o mi gioco il gaglioffo. Proprio adesso che iniziava a funzionare pure lui, razza di malavitoso. 
Ora vado a ritirare la macchina, e finché cammino medito.
Che vita, ragazzi, che vita…