mercoledì 2 novembre 2011

Rotazione delle scorte

“Ma… allora, la scatoletta di pastiglie che tenevi qui era vuota!”
 “Sì!”
“Non capirò mai perché conservi gelosamente i vuoti, invece di cestinarli… Come faccio a sapere che le devo comprare, se fai così?”
“Ma che farmacista sei?!”
“Eh???”
“Una brava farmacista dovrebbe capirlo da sola, che le scorte sono finite.”
“Ah. A occhio, insomma: tipo raggio laser…”
“No. Sollevando la scatoletta, dovresti sentire che è vuota!”
“Ohhh, capisco! Prima di fare la spesa, devo girare per casa, soppesando tutte le confezioni che mi capitano a tiro. E capire così se devo comprare caffè, cereali, deodorante e pure le pastiglie, adesso!”
“Certamente. E’ una questione di organizzazione e anche di professionalità!”
Impunito. La capacità di quest’uomo di rivoltare la frittata è rivoltante. Un giorno o l’altro, mi vendicherò: non so come, ma lo farò.
Per il momento, mi vesto e vado a procacciarmi il riso rosso: sarà rompi, ma me lo voglio conservare sano. Il più a lungo possibile!