martedì 22 dicembre 2015

Difficile anche morire

Anzi, sopravvivere ai defunti. Sto naufragando in un tale mare di carte da dubitare di riuscire ad emergerne mai più: più documenti produco, più me ne chiedono. 
E tutta questa fatica per pagare, pagare, pagare. 
Oggi siamo arrivati alla follia: mi arriva una severa reprimenda da parte di una compagnia assicurativa, la quale mi rimprovera aspramente di averle fatto pervenire alcune scartoffie poco chiare o incomplete. Peccato si tratti di roba mai nemmeno nominata, da chi mi sta inviando le richieste. 
Io detesto questo tipo di incombenza. Dopo questo annus horribilis, la burocrazia mi dà veramente la nausea. 


Meno male che ci sono i miei ragazzi... Maestri, nel tirarmi su il morale. 
La Miss, per esempio: "Mimmi, ti fai la tisana per la silhouette?"
"Sì..."
"Risultati?"
"Nessuno!"
"Caro il mio morbido e goffo tacchino!!!"
"...."

Il gaglioffo: "Mamma, hai venti euro? Mamma, hai visto le mie cuffiette? Mamma, non trovo le chiavi...."
"Si può sapere perché mi levi la vita in questo modo?!"
"La domanda da farsi è questa: perché me l'hai data, la vita? Eheheheh..."
Già. Vero anche questo...