lunedì 30 marzo 2015

Buon compleanno a me!

Mpc, ridacchiando: “Auguri, mammmmaaaaaa…”
Il filosofo: “Eh? Come? Ma oggi è il 30? Non avevo ancora guardato il cellulare… Auguri!”
SMACK, SMACK. L’entusiasmo di questo figlio nello stamparmi due baci è genuino.
Il gaglioffo: “Auguuuuuri!!! Cinquanta, oggi?”
Smack. La ritrosia di questo figlio nell’elargirmi uno striminzito bacetto è palese.
Mpc: “Uno. Cinquantuno.”
Il gaglioffo, spalancando gli occhi: “Sei proprio VECCHIA!!!”
Meno male che posso contare sugli assenti. La Miss e l’informatico mi hanno riempito la chat di Whatsapp di auguri e cuoricini. E, per fortuna, senza pesanti allusioni ai miei non più sfolgoranti dati anagrafici.
Quanto al plantigrado, quest’anno è stato bravo: alle prime luci dell’alba, è stato il secondo a farmi gli auguri. Per primo, arriva sempre il mio fratellone Max.
<3 <3 <3