lunedì 24 marzo 2014

Jurassic Day

Eccolo qui. Siamo arrivati anche al compleanno del Jurassico. La vongole sono già a bagno, la torta delle rose in lavorazione, gli inviti per la cenetta in famiglia già diramati. Siamo a buon punto.
Possiamo dunque passare agli auguri: buon compleanno, Jurassico.
Buon compleanno anche se iniziano ad essere tanti, i compleanni sulle tue spalle.
Cento di questi giorni, tesoro: tanti ancora di questi giorni da festeggiare assieme, noi due, come facciamo ormai da venti compleanni.
Siamo passati dal fuoco della passione alla condivisione di tante passioni. Passare dal singolare al plurale non è stato poi così male: chissà che sia bello anche arrivare dalle passioni al passato. Di verdura, che si digerisce bene ed è tutta salute.
Che le nostre serate rimangano per sempre effervescenti: per ora ci affidiamo al Cartizze (se la tua Venere è irrimediabilmente appassita e Tabacco non lo frequenti per ragioni di coerenza professionale, non ti resta che Bacco, povero amore mio…). Domani a vivacizzare il nostro dopocena sarà l’effervescente Brioschi, ma va bene lo stesso. A me basta continuare a dividere le bollicine con te.
Siamo imbiancati, amore mio, un po’ ingrassati e ci barcameniamo tra anca sbilenca, tendiniti ricorrenti e mal di schiena incipienti: spero ci lascino per un altro bel po’ così come siamo, ad appoggiarci l’uno con l’altra, riunendo le forze per percorrere ancora tanta strada assieme.
Siamo passati dalle battaglie per un posto al nido a quelle per una stanza al campus, dalla pianificazione delle nascite ai progetti per la pensione, dalle recite alla materna alle cerimonie di laurea. E in mezzo ci sono stati fiumi di lacrime e litri di sangue stillato dalle nostre fronti: sarà per questo che siamo ancora tanto uniti. Siamo due sopravvissuti.
Tanti auguri di buon compleanno da me, dai tuoi quattro banditi e – perché no? – anche dai tuoi due gatti bigi: buon compleanno a un meraviglioso papà dalla sua numerosa famiglia.
Grazie per tutti gli anni di gioia che ci hai regalato e grazie per quelli che ci regalerai.
Grazie il tuo amore infinito, paziente e inossidabile: l’unica fonte di energia sulla quale non hai mai rispamiato. 
Grazie per averci sempre considerato il fulcro della tua vita. Nonostante la tua non sia stata certo una vita facile. 
Buon compleanno, papà Giuseppe. Buon compleanno, marito mio.