giovedì 7 febbraio 2013

Facebook



A volte non lo capisco.
Qualche giorno fa qualcuno pubblica la foto di una bambina di pochi anni, con la faccia piena di lividi. Commento in calce: se sei contrario alla violenza sui minori clicca mi piace.
Primo: chi mi dice che la creatura sia vittima della violenza di un adulto, e non dell’incontro con una scala troppo ripida?
Secondo: fosse pure vero, come mai la foto di un piccolo paziente va in giro per la rete così, senza filtri?
Terzo: ma seriamente c’è bisogno di cliccare mi piace per chiarire che uno è contrario a far nero di botte un pulcino implume???
Non credo di essere fatta per i social network. L'utilità di queste cose mi sfugge, mentre la violenza di alcune immagini mi sconvolge troppo.