lunedì 7 gennaio 2013

Percorsi di crescita

Muoversi fa crescere. Il gaglioffo l’ha scoperto durante le recenti vacanze romane.
“Mamma, viaggiare ti apre gli orizzonti. In questa vacanza, per esempio, io ho imparato a prendere l’autobus. Il 13 arriva a casa di Lello!”
“Magari non è questa l’informazione che ti aiuterà a districarti in quel di New York, un giorno, ma di sicuro capire come usare i mezzi è fondamentale.”
“Già. Una grande città ti costringe a svegliarti. Poi ci sono gli amici di Lorenzo che mi hanno insegnato molte cose: a rollare una canna, come procurarsi dell’alcol…”
“Eh?!”?!”
“Ahahaha, volevo vedere se eri attenta. Scherzo, sono tutti bravi ragazzi; e in ogni caso io non fumo e non ho nemmeno bevuto. Bevo solo a casa, perché voi avete un vino buonissimo. Quello nel cartone è veleno…”
“Evvabè, non confrontare il vino che la gente usa per cucinare con quello che offriamo noi agli ospiti. E cmq, anche se non bevi va bene: non hai nemmeno sedici anni!”
“Mhm. Vedi che il 25 febbraio voglio un boccale di birra davanti al mio posto, in tavola!”
“Se ne riparla. Dimmi di cosa ti hanno insegnato i tuoi nuovi amici, invece.”
“Tecniche di rilassamento. Ti sdrai e ti rilassi, oscillando leggermente col corpo. Intanto, fai andare la mente lontana, in un posto piacevole, che conosci solo tu, dove sei solo e tutti i problemi e le rotture di @@@@@@ stanno lontani. Funziona benissimo! Ti rilassi completamente, mente e corpo!”
“Mhm. Vedo. Speriamo che queste esperienze dissociative non ti rendano più matto di quanto tu già non sia!”
“Ma mamma! Cosa dici… E’ un’esperienza di meditazione, non di dissociazione! ”
“Vedo. Sei diventato un meditativo, dunque. Notevole. E… dimmi: l’oscillazione ha nulla a che vedere col tuo ginocchio nero?”
“Eheheh… Mi sono rilassato così bene che sono caduto dal letto! Però sono stato benissimo lo stesso!”
Bene. Ora l’individuo avrà una scusa in più per non accorere quando lo chiamo: se non sarà in cuffia a conversare con gli amici, sarà da qualche parte con la mente a rilassarsi.
Ogni cosa che impara può essere usata contro di me. Tapina.