giovedì 2 agosto 2012

L'unione fa la forza


E le foto pubblicate ieri ne sono la prova. Uno sparuto manipolo di villeggianti decide di realizzare qualcosa di bello: però, mai ci riuscirebbe senza la fattiva collaborazione della popolazione autoctona (vedasi il commento di Carlotta, la mia presentatrice per caso). La passione condivisa, un obiettivo comune da centrare e tanto, tanto impegno da parte di tutti: ecco gli ingredienti di un successo annunciato.
Come nelle famiglie, si arriva da qualche parte solo se tutti fanno la loro parte: ed è bello vedere una sintonia così completa, in un gruppo tanto nutrito – e variegato -  di persone.
Una bella famiglia, una compagnia di amici leali, un team di colleghi collaborativi: dove l’impegno è comune, tutto funziona. Quando nel meccanismo s’inserisce qualcuno che butta lì le cose, o peggio rema contro, s’inceppa tutto: e tu ci puoi mettere tutto l’impegno del mondo, senza cavare un ragno dal buco.
A volte basta una sola falla a compromettere completamente il risultato finale: la presentazione di venerdì sera, per esempio. Parliamone.
Gli ingredienti erano gli stessi della serata successiva: una presentatrice giovane e preparata, uno sfondo accattivante


un’autrice scortata e supportata da un nutrito gruppo di amici e parenti:


Eppure, è stato un flop completo: manco un’anima si è fatta viva. Mi sa che, contrariamente al giorno successivo, c’è stato un piccolissimo difetto nella comunicazione…
Per fortuna, siamo tutti gente di spirito: con qualcosa di fresco da bere in mano, ce la siamo raccontata un po’ fra noi. Occasione ghiotta per raccontare ai miei astanti un po’ di fuorionda, di quelli che in condizioni normali non potresti citare mai.
E’ stata comunque una serata deliziosa: una presentazione che ricorderò sempre con grande piacere. Ero appena arrivata, con la mia famiglia, in mezzo a un gruppo di persone sconosciute: nel giro di meno di mezz’ora, si è creata fra noi un’intesa fantastica. Abbiamo avuto tutti quella rara (e preziosa) sensazione di conoscersi da anni: alla faccia del flop.
In più, con Alessandra (la presentatrice mancata) è nata un’intesa: e chissà che non abbiamo occasione di reincontrarci, magari in circostanze più favorevoli!