martedì 5 aprile 2011

Alta professionalità


La Miss m’informa: “Sono passati i nonni. Ti mandano a salutare.”
“Grazie. Che volevano?”
“Informarci che il loro frigo nuovo funziona.”
“Notizia confortante. Prova a immaginare se non fosse stato così… Il nonno ha per caso tirato in ballo Dominiddio anche stavolta?”
“Non mi risulta. Perché, quando l’ha fatto?”
“Ieri. Mi ha detto che il buon Dio gli aveva fatto risparmiare 60 €. Sosteneva di averne le prove: e mi ha mostrato che il preventivo di un altro negozio era più alto.”
“…”
“Ecco, appunto. Gli ho detto di non scomodare Nostro Signore per queste fesserie, che ha di meglio da fare, specie di questi tempi. Più che di un’ispirazione divina, il suo risparmio è il risultato dell’intervento salvifico di tuo papà.”
“Lo sai che il nonno non voleva il frigo col freezer?”
“E perché mai?”
“Perché diceva che si era rotto per colpa della nonna, che lo riempie troppo…”
“Oh santo cielo. Quella povera donna! Io, tra l’altro, ero rimasta all’idea di sostituire l’intero blocco motore, con una spesa assurda…”
Si ode la voce di Jurassico, in flemmatico avvicinamento dallo studio: “Sì, ma poi sono intervenuto io, che li ho convinti a lasciar perdere. Quelli avevano chiamato il tecnico, che gli ha chiesto 35 € per dirgli che il motore era rotto.”
“Beh, con i tecnici è così, lo sai. Paghi l’uscita.”
“Chiederlo a me no, eh? Appena entrato in cucina, gli ho sparato: che cos’ha ‘sto frigo? Il compressore che non va? E l’ho detto a costo zero…”
“Evvabbe’, concediamoglielo: se un elettrodomestico non funziona, è nella norma chiamare la gente del mestiere. O no?”
“Dovrebbero chiamare me: sono un dottore!”
“E allora? Tu rianimi la gente, mica i frigoriferi!”
“No. Però sono capace di fare diagnosi e terapia!”