sabato 12 novembre 2016

Emergenza rientrata

Ragazzi, qui va tutto talmente bene da non aver nammeno il coraggio di raccontarvelo. A un mese esatto dall'intervento, il Jurassico si è ripreso benissimo: ormai viaggia spedito con una sola stampella, affronta col sorriso sulle labbra la fisioterapia - inclusa quella in acqua, l'elemento infido che da sempre terrorizza il mio gatto di piombo - e quando è a casa non rompe. 
Ebbene sì: non ci avrei mai creduto, ma averlo attorno ventiquattro su ventiquattro non si è rivelato l'atroce sconvolgimento da noi tutti preconizzato. 
L'uomo è tranquillo, impegnato con questioni di lavoro che lo tengono al Pc per ore ed ore, e, soprattutto, alquanto ben disposto nei confronti della sottoscritta. Come il leone con Androclo, grato per le cure ricevute da una Mpc in odore di santità per dedizione e pazienza, quando gli transito accanto, più impegnata di un'ape operaia, mi fissa con amore infinito. Se mi becca seduta al computer, impegnata in una sessione di aggiornamento a distanza, mi carezza la testa e corre a farmi un caffè. E ha imparato a non assillarmi con richieste continue, interferenze inopportune, rimproveri demenziali. Mi chiedo seriamente se il chirurgo si sia limitato a sostituirgli l'anca... Qualsiasi cosa sia, comunque, ringrazio il cielo e me ne godo i risultati: il suo recupero procede alla grande, la mia ripresa anche. 
Nel frattempo, il gaglioffo fa campagna elettorale a scuola - è in corsa per la rappresentanza d'istituto - e miete rilevanti successi scolastici. Fin troppo, quasi. Due giorni fa, mi ha chiesto di consultare il libretto elettronico, per vedere se il prof di matematica avesse pubblicato i isultati dell'ultimo compito. L'infame mi ha beccata a bearmi - con espressione beota, dice lui - degli otto e nove che punteggiavano lo schermo, e da allora non mi molla più. Quando parte a farmi il verso, rivangando le mie tragedie dei tempi delle medie, la nostra cucina diventa un set di Zelig. Dannato verme. Mi ha fatta impazzire per anni, e adesso mi sfotte senza ritegno. Non lo strangolo per vendetta solo  perché sono troppo curiosa di vedere come va a finire, con 'sto matto di figlio che mi ritrovo...