giovedì 1 agosto 2013

Obiettivi raggiunti

"Finalmente!" esclama Jurassico, mentre si veste per andare al lavoro "Un altro obiettivo finalmente raggiunto!"
"Quale?" domando io, pensando a un qualche successo lavorativo. 
"Un cassetto pieno di calzini nuovi! Sono le piccole, grandi gioie della vita, questa..."
Già. Quello è capace di andare in giro con gli alluci esposti, prima di avvisarmi di avere la biancheria lisa. Per fortuna me ne sono accorta da me, provvedendo agli acquisti del caso: un monoblocco da trenta paia, così per un po' non se ne parla più.
Quanto al resto del guardaroba, ieri c'erano due camicie appese in stireria: una già stirata, l'altra in attesa di sistemazione. Lui le guarda distratto, decide che quella scura gli va meglio come tinta e la indossa senza esitazioni. Quella da stirare, ovvio. 
"Ma che fai? Vai in giro con la camicia stazzonata? Che figure mi fai fare?!"
"No, tranquilla, via... E' a posto, va benissimo così. Nessuno noterà nulla. " 
Osservo con occhio critico e devo ammettere che ha ragione. Non si vede. 
Ciononostante, ci riprovo: "Ma dai, ti prego, cambiati... Metti l'altra!" 
"Non se ne parla. Ora vado!" 
Smack. 
"Ciao splendida. Ci vediamo stasera." 
Non c'è che dire: mio marito è un uomo facile da accontentare. Una cosa che facilita non poco la mia vita di casalinga disperata.